migration


MIGRATION

Adam Schoenberg’s Migration Symphony n. 2
concerto performance

Brescia Wind Orchestra
dirige il M° Davide Pozzali
coreografia corale e parole di Filippo Garlanda
con i performers dell’associazione tortor per i diritti dei rifugiati

Ascolta l’uomo che vien da lontano
in un sentiero in mezzo alle colline:
se ha passo regolare, è garantito
che anche il suo racconto sarà buono
e il sacco suo ben carico di storie.
La narrazione è figlia del cammino,
non è con una penna o con le mani
ma coi piedi che credo si scriva.

PROGRAMMA

Auguries of Innocence, William Pitt

To see a world in a grain of sand
And a heaven in a wild flower,
Hold infinity in the palm of your hand,
And eternity in an hour.
In un grano di sabbia vederci il mondo
e un cielo in un fiore selvatico
tenere in palmo di mano l’infinito
e l’eternità in un’ora.
William Blake

Migration Symphony no.2, Adam Schoenberg

I. Camminare catalizza il cambiamento.
II. Sognare rivela quel che ci aspetta.
III. Scappare è lo sradicamento.
IV. Attraversare cattura le emozioni nell’abbandonare la terra
che era casa tua e entrare in un posto del tutto nuovo.
V. Iniziare di nuovo è il culmine del viaggio.

Aurora Awakes, John Mackey

Aurora now had left her saffron bed,
And beams of early light the heav’ns o’erspread,
When, from a tow’r, the queen, with wakeful eyes,
Saw day point upward from the rosy skies.
L’aurora ha appena lasciato il suo letto zafferano
e i raggi della prima luce ricoprono i cieli
quando da una torre la regina, con gli occhi svegli,
vede il giorno muovere dal rosa verso l’alto:
Virgilio

info
foto 2.2.2019